1. Home
  2. Salute
  3. In farmacia

Come riconoscere ed eliminare i pidocchi?

Pidocchi? Quando i bambini stanno a stretto contatto con i coetanei inconsapevolmente infetti è facile prendere i pidocchi e ritrovarsi con un forte prurito al cuoio capelluto. Scopri come riconoscerli e debellarli efficacemente

In farmacia

Arriva la primavera e con essa, come ogni anno, arrivano i pidocchi. Se hai i bambini in età scolare e se frequentano centri estivi e luoghi dove il contatto tra capelli è molto facile, sappi che il rischio del contagio è molto alto.

Vediamo che cosa sono i pidocchi e come riconoscerli.

Pidocchi: che cosa sono?

I pidocchi sono parassiti, il cui nome scientifico è Pediculus humanus capitis, che vivono sulla testa degli esseri umani. I pidocchi si attaccano alla base del cuoio capelluto e si nutrono del sangue umano prelevandolo dalla cute. A loro volta, rilasciano una saliva a cui l’essere umano è allergico: per questo motivo chi ha i pidocchi sente un forte prurito al cuoio capelluto. Se ci si gratta, si possono formare delle piccole lesioni alla pelle.

Pidocchi: come si viene contagiati

Il pidocchio vive sui capelli e si sposta molto lentamente. Deposita una quantità molto elevata di uova, che rimangono incollate al capello stesso. I pidocchi si possono prendere stando a diretto contatto con altri soggetti infetti. Per questo i maggiori focolai di pidocchi si registrano nelle scuole e nei luoghi dove i bambini, giocando, stanno a stretto contatto. Il pidocchio sopravvive poche ore al di fuori della testa umana, per questo il contagio attraverso vestiti e cuscini non è così probabile. Tuttavia, nel caso di infestazione, è sempre meglio lavare gli indumenti, le coperte e le lenzuola con acqua calda.

Pidocchi: come riconoscerli?

I pidocchi si presentano come piccoli insetti di una dimensione di pochi millimetri, quindi visibili a occhio nudo. Hanno un colore scuro e, ad eccezione della mancanza delle ali, potrebbero essere confusi con dei moscerini.
Le loro uova, chiamate lendini, sono più piccole di una testa di spillo e hanno un colore brillante leggermente lucido. Il sintomo che generalmente mette in allarme è proprio il prurito molto intenso e fastidioso del capo, a cui possono seguire arrossamenti sopra le orecchie, nella nuca e nella parte superiore del collo, che sono le parti in cui il pidocchio si annida più facilmente.

Pidocchi: come eliminarli definitivamente

Per eliminare i pidocchi, ci sono diverse soluzioni che comprendono la rimozione manuale attraverso l’olio e l’apposito pettine oppure l’uso di prodotti che uccidono sia il pidocchio sia le uova.

  • La rimozione manuale dei pidocchi: avviene stendendo un olio sui capelli che “soffoca” il parassita e permette alla uova di staccarsi più facilmente dal capelli. In questo senso, per i pidocchi l’olio di tea tree è molto efficace. Si tratta di un trattamento naturale che non danneggia i capelli né la cute ed è particolarmente indicato per i bambini. Poiché si tratta di una rimozione manuale, bisogna ripeterla dopo alcuni giorni per evitare che eventuali lendini rimaste possano schiudersi.
  • Trattamento con prodotti chimici: in farmacia si trovano diversi prodotti per pidocchi. Possono essere sotto forma di schiuma da utilizzare sul capello bagnato o veri e propri shampoo per pidocchi che hanno una funzione di uccidere sia le lendini sia i parassiti. Anche in questo caso è opportuno ripetere il trattamento dopo alcuni giorni, per evitare che le uova sopravvissute diano avvio a una nuova proliferazione.

Potrebbero interessarti anche