1. Home
  2. Salute
  3. Medicina specialistica

Cisti ovariche: come riconoscere i sintomi?

Quali sono i sintomi delle cisti ovariche? Cosa significa benigne o maligne? Come bisogna intervenire? Ecco tutte le risposte alle tue domande

Medicina specialistica

Il corpo femminile è splendido e complesso allo stesso tempo, per questo è importante che ogni donna non si trascuri e faccia della prevenzione uno stile di vita, ad esempio richiedendo il Pap Test al proprio ginecologo. Le cisti alle ovaie sono piccole neoformazioni benigne, ma occorre prestare molta attenzione ai sintomi: ecco come riconoscerli e come intervenire in modo adeguato.

Sintomi delle cisti ovariche: come riconoscerli

Le ovaie sono ghiandole interessate da una ciclica attività di produzione di ovociti, strettamente connessa alla vita riproduttiva della donna e soggetta agli effetti degli ormoni sessuali che influiscono sulla sindrome premestruale. Nella maggior parte dei casi le cisti che si formano all’interno delle ovaie sono legate alla produzione dei follicoli. E’ possibile che si formino cisti che non hanno un legame diretto con il ciclo mestruale, ma rappresentano vere e proprie neoformazioni dell’ovaio. Fanno parte di questa categoria:

  • le cisti ovariche endometriosiche,
  • i cistoadenomi sierosi o mucinosi,
  • le cisti dermoidi.

Ma quali sono i sintomi delle cisti ovariche? Le cisti ovariche benigne sono asintomatiche e sono destinate a scomparire in modo spontaneo. Nei casi di ovaio policistico i sintomi principali sono ascrivibili ai seguenti:

  • dolore o senso di peso pelvico, amplificato durante il ciclo mestruale;
  • fastidio o dolore durante i rapporti sessuali;
  • minzione frequente a causa della pressione della cisti sulla vescica;
  • fastidio intestinale;
  • febbre;
  • aumento di volume dell’addome.

In alcuni casi le cisti, più di frequente le cisti dermoidi o i cistoadenomi, possono torcersi, causando un dolore acuto che può richiedere persino un intervento chirurgico urgente. Infine, tra i sintomi delle ciste ovariche endometriosiche, spicca anche la mancata possibilità di avere una gravidanza.

Cisti ovariche maligne: i sintomi

Le cisti ovariche benigne possono degenerare in cisti ovariche maligne: il tumore ovarico è una delle maggiori cause di decesso delle donne affette da malattie oncologiche di natura  ginecologica. Il rischio di sviluppare un cancro alle ovaie aumenta con l’età, infatti, si riscontra in donne di età superiore ai 50 anni.

Tra i sintomi delle cisti ovariche maligne spiccano:

  • addome gonfio e ingrossato;
  • nausea;
  • sensazione di stanchezza;
  • dolore pelvico;
  • amenorrea;
  • dolore durante i rapporti sessuali.

Per contrastare questa malattia è importante sottoporsi a controlli ciclici dal proprio ginecologo di fiducia e seguire uno stile di vita il più sano possibile: prendersi cura del proprio corpo quotidianamente è il primo passo per prendersi cura della propria salute.

Potrebbero interessarti anche