1. Home
  2. Salute
  3. Ottica

Cause e sintomi dell’edema oculare

L'edema oculare è una condizione che interessa l'occhio e che può avere diverse cause possibili. Scopri quali sono i sintomi e il migliore trattamento

Ottica

L’edema oculare fa riferimento all’eccesso di liquidi presenti all’interno dei tessuti connettivi che si trovano intorno agli occhi, in particolare le palpebre. Questa situazione ha luogo successivamente a un’infiammazione o all’aumento di liquidi (edema dell’occhio), provocando dolori, ma non sempre.

L’edema oculare si può verificare sia nelle palpebre superiori che in quelle inferiori. Andiamo a vedere cosa può causare questa patologia dell’occhio.

In quali casi si manifesta l’edema oculare?

Questa problematica si può verificare in caso di allergie, durante le quali il corpo reagisce rilasciando istamina, una volta rilevata la presenza dell’allergene, ovvero, quella sostanza o corpo estraneo (come i pollini, la polvere, ecc…) che è responsabile dell’irritazione e dell’allergia. Il rilascio di istamina provoca una vasodilatazione dei vasi sanguigni e una fuoriuscita del liquido, che sfocia nel gonfiore delle palpebre.

In caso di irritazioni, per esempio della congiuntiva, l’infiammazione può causare un edema congiuntivale. Questo tipo di problema coinvolge la congiuntiva, che è la membrana che protegge la cornea, sottoposta a uno stato di proliferazione batterica o di reazione allergica che provoca il gonfiore della palpebra inferiore e superiore e il rossore degli occhi.

L’orzaiolo, causa il rigonfiamento della palpebra, in seguito a un’infezione batterica e all’infiammazione della ghiandola di Meibomio. Infatti, l’ostruzione delle ghiandole blocca la secrezione determinando l’edema.

Un qualsiasi trauma all’occhio può causare un edema oculare, da una semplice contusione fino a un intervento chirurgico, ma anche l’utilizzo erroneo delle lenti a contatto e la cattiva igiene, possono essere causa di infiammazioni.

Anche le infezioni come la cellulite periorbitale, la cellulite orbitale possono causare un edema, anche doloroso, che può manifestarsi non solo nel gonfiore ma può anche verificarsi nella difficoltà a vedere e in sintomi di febbre.

La maculopatia interessa la macula, appunto, la parte centrale della retina, compromettendo notevolmente le capacità visive, avviene frequentemente negli anziani che questa patologia degenerativa può portare a svariate complicazioni, quali l’edema maculare, dove la fuoriuscita di liquidi dai vasi retinici comporta un’ulteriore diminuzione della vista.

La maculopatia si verifica negli anziani in seguito a un processo infiammatorio, che comporta un pucker maculare e dà luogo a svariate difficoltà nell’osservazione dei dettagli. L’edema maculare può, inoltre, essere causata dalla trombosi dell’occhio.

Questo processo degenerativo della macula può dipendere da fattori genetici e pertanto una diagnosi eviterebbe conseguenze drastiche. L’OCT della macula è tra i primi test da effettuare per scansionare la retina.

Come si manifestano i sintomi di un edema oculare?

I sintomi di un edema oculare si manifestano attraverso il rigonfiamento delle palpebre, l’irritazione degli occhi, prurito, lacrimazione, palpebre arrossate, congiuntivite, e non da meno il dolore.

Come trattare l’edema oculare?

Un edema oculare viene trattato differentemente in base alle cause che lo hanno determinato. In caso di allergie, bisogna procedere con l’assunzione di antistaminici orali o locali. In caso di infezioni e infiammazioni è importante assumere degli anti-infiammatori e degli antibiotici.

L’uso delle lenti a contatto può essere il fattore scatenante di un’infiammazione, che causa gonfiore e bruciore, che possono indicare anche l’abrasione della cornea. In ogni caso, quando si avvertono questi sintomi è essenziale non procedere in autonomia, ma il parere di un medico può essere decisivo per la risoluzione del problema.

Potrebbero interessarti anche