1. Home
  2. Salute
  3. Dieta e benessere

Bere acqua e limone fa bene: verità o falso mito?

Bere acqua e limone la mattina, a digiuno, per migliorare l’aspetto della pelle e per perdere peso: è davvero così o si tratta di una leggenda metropolitana? Scopriamolo insieme

Dieta e benessere

Tra i classici rimedi della nonna, ce n’è uno che tutti – almeno una volta nella vita – abbiamo provato: bere acqua e limone. Quante volte ci siamo sentiti dire di cominciare la giornata proprio così, con un bicchiere d’acqua tiepida e il succo di mezzo limone, da bere subito dopo alzati dal letto e prima della colazione? C’è chi, addirittura, paragona questo frutto a una sorta di farmaco naturale o chi sceglie di fare una vera e propria dieta del limone per depurare l’organismo.

Ma quali sono i benefici dell’acqua e limone? Sono, fondamentalmente, i benefici del limone in sé: ricco di acido citrico, di citrati di calcio e di potassio, di ferro e di fosforo, di vitamine A e C, questo frutto ha proprietà battericide, ma anche antisettiche e antitossiche: assumerlo apporta davvero una serie di benefici al nostro organismo, ma è importante farlo nel modo giusto e stare attenti alle possibili controindicazioni.

Acqua e limone: tutti i benefici

Come bere acqua e limone? Ogni mattina, al risveglio, preferendo l’acqua tiepida e rimandando di un poco la colazione. Se quel bicchiere diventa un’abitudine protratta nel tempo, ecco che si possono notare chiari miglioramenti nel proprio aspetto e nelle funzionalità del proprio organismo.

Tra i benefici dell’acqua e limone vi è, ad esempio, la capacità di rendere la pelle più giovane e luminosa grazie all’azione svolta dalla Vitamina C; nell’ambito di un regime dimagrante, poi, aiuta a perdere peso più facilmente e più rapidamente. Inoltre, rinforza il sistema immunitario, come gli integratori per innalzare le difese immunitarie, proteggendolo da infezioni e influenze, disintossica la pelle, regala un surplus d’energia, reintegra i sali minerali (se lo si assume dopo un allenamento), svolge una funzione diuretica, riduce le infiammazioni e i dolori alle articolazioni, contrasta l’alitosi.

Acqua e limone per la nausea? Anche. Il mix aiuta infatti la funzionalità digerente e l’eliminazione dei prodotti di scarto dall’organismo. In questo caso, però, l’assunzione è un po’ diversa: si consiglia infatti di bere il cosiddetto “canarino”, mettendo a bollire nell’acqua le bucce di limone, per poi filtrare il liquido e berlo ancora caldo dopo i pasti.

Necessario, per vedere i primi risultati, è bere acqua e limone per due settimaneun mese. Questo, a meno che non insorgano effetti collaterali.

Acqua e limone: le controindicazioni

C’è però anche chi sostiene una teoria opposta: bere acqua e limone fa male. In realtà non è proprio così, ma qualche controindicazione e qualche effetto collaterale possono verificarsi. Innanzitutto, si può danneggiare lo smalto dei denti se non si sorseggia la bevanda con una cannuccia o se non si sciacqua abbondantemente la bocca dopo averla bevuta.

A livello di controindicazioni, bere acqua e limone è sconsigliato a chi soffre di afte o presenta lesioni all’interno della bocca o sulle gengive – a causa dell’acido citrico – e a chi è soggetto a bruciori di stomaco e ulcere: a seguito dell’attivazione della pepsina, enzima dello stomaco che scompone le proteine, si potrebbe aggravare la situazione e peggiorare l’esofagite da reflusso gastroesofageo. Ad alcune persone, poi, il mix di acqua e limone fa insorgere emicrania e nausea, mentre ad altre fa scendere i livelli di potassio a causa dell’azione diuretica che innesca.

Ecco dunque che, se si decide di bere acqua e limone, è necessario porre attenzione ai segnali che il corpo dà, per valutare se al proprio organismo faccia effettivamente bene.

Potrebbero interessarti anche