1. Home
  2. Bellezza
  3. Estetica

Ringiovanimento viso: le tecniche più efficaci

Oggi il ringiovanimento del viso passa attraverso nuove tecniche estetiche che si avvalgono di ultrasuoni e radiofrequenza. Scopri di più i questo articolo

Estetica

Un volto curato, privo di rughe, su cui sembra che lo scorrere del tempo non abbia lasciato il segno è il sogno di tantissime persone: per questo il ringiovanimento viso è una delle pratiche estetiche più gettonate oggi.

Con i moderni trattamenti di medicina estetica, ottenere dei buoni risultati è piuttosto semplice e immediato. Non è più necessario ricorrere a lunghi interventi chirurgici, bastano delle sedute in ambulatorio per avere una pelle più giovane e liscia.

Ringiovanimento viso: di cosa si tratta?

Quando si parla di ringiovanimento viso, i trattamenti possibili sono molteplici. Innanzitutto bisogna distinguere tra il vero e proprio ringiovanimento cutaneo e un’azione di rallentamento dei processi di invecchiamento della pelle, risultato che si ottiene anche curando stile di vita e alimentazione.

Quello che viene definito ringiovanimento del viso è quindi un’insieme di diversi trattamenti (come ad esempio i filler dermici) pensati per eliminare le rughe, avere una pelle più liscia e distesa, dall’aspetto più sano.

I principali trattamenti per il ringiovanimento viso

Se si punta a ringiovanire il viso, i trattamenti possibili sono molteplici:

  • Tossina Botulinica. Si esegue attraverso iniezioni localizzate del cosiddetto botulino (recentemente è stato introdotto anche il nuovo mesobotox).
  • Acido ialuronico. Anche questo trattamento si esegue facendo micro-iniezioni, con una sostanza che già il corpo produce naturalmente.
  • Ossigenoterapia. Si introduce l’ossigeno nello strato profondo dell’epidermide attraverso l’utilizzo di un manipolo.
  • Laser. Questa tecnica di ringiovanimento viso consente di rinnovare completamente la pelle, letteralmente bruciandone lo strato che è danneggiato dagli inestetismi, in modo che si crei un nuovo strato cutaneo.
  • Fili riassorbibili. Si tratta di microfili che vengono inseriti nella pelle attraverso l’utilizzo di appositi aghi e che tendono l’epidermide eliminando la lassità cutanea.
  • Radiofrequenza
  • Ultrasuoni

Ringiovanire il viso con la radiofrequenza

La radiofrequenza viso ha lo scopo di consentire alla pelle una rigenerazione grazie alla produzione di una più elevata quantità di elastina e di collagene. Questo consente di avere un epidermide che risulta maggiormente tonica ed elastica. L’effetto è quello di contrastare i segni del tempo, le rughe e i primi segnali di invecchiamento.

Si tratta di un trattamento di ringiovanimento viso non impattante, che restituisce al viso freschezza grazie all’uso delle onde radio. Si tratta di un trattamento che deve essere prolungato nel tempo, in una serie di sedute che vanno dalle sei alle otto. I risultati sono visibili dopo circa un mese.

Ringiovanimento viso con gli ultrasuoni

Gli ultrasuoni al viso sono un altro trattamento molto usuale ai fini del ringiovanimento. Si utilizzano delle onde acustiche a bassissima frequenza, in grado di penetrare nell’organismo e di riscaldare i tessuti, inducendo il rinnovo dell’epidermide attraverso la produzione di fibre elastiche. Si tratta di un vero e proprio lifting non chirurgico.

I risultati dal punto di vista del ringiovanimento viso non sono visibili immediatamente ma soltanto un mese dopo il trattamento, in quando le fibre di collagene devono avere tempo di riformarsi. In quel periodo il paziente dovrà osservare alcune precauzioni, come evitare l’assunzione di farmaci antinfiammatori, che possono interferire con l’autoriparazione della pelle. I miglioramenti si prolungano per circa 180 giorni.

Potrebbero interessarti anche