Il modello unico: come funziona?

compilazione modello unico

Cos’è il Modello Unico?


Il Modello Unico serve al contribuente per presentare la propria dichiarazione dei redditi. Viene utilizzato con lo scopo di raggruppare in un solo modello più dichiarazioni fiscali da parte di quei  soggetti che oltre al reddito da pensione, da lavoro dipendente o autonomo  percepiscono anche redditi di terreni e fabbricati o hanno una partita IVA.
Il modello è composto da fascicoli e si suddivide in:
  • Modello Unico per enti non commerciali;
  • Modello Unico per persone fisiche;
  • Modello Unico per società di persone;
  • Modello Unico per società di capitali.
Ad eccezione di un numero limitato di casi è necessario presentare il modello all’Agenzia delle Entrate in maniera diretta oppure tramite un commercialista che a Milano come a Genova o a Napoli si occupandosi del calcolo delle detrazioni fiscali previste dal sistema italiano.

Differenza tra modello unico e 730


La prima grande differenza con il modello 730 è rappresentata dal fatto che il Modello Unico prevede un versamento diretto delle imposte a debito dovute dal contribuente attraverso l’utilizzo del modello F24.
Inoltre, il modello unico è più complesso e permette di presentare insieme più dichiarazioni (ad esempio, sia la dichiarazione dei redditi sia la dichiarazione Iva) anche se non prevede quella congiunta tra i coniugi presente nel 730.
Infine, anche la scadenza è diversa, se per quanto riguarda il 730 (e il nuovo 730 precompilato) è fissata per il 7 luglio, il modello unico deve essere compilato e presentato all’Agenzia delle Entrate entro il 30 settembre.

Per le situazioni più complesse come quelle che riguardano le aziende, però, il calendario delle scadenze è spalmato durante i vari mesi dell’anno e viene rispettato con attenzione dai commercialisti che da Torino a Messina si occupano dell’adempimento degli oneri fiscali.

Ti potrebbe interessare anche

aprire partita iva
Nel mondo del lavoro sempre più liberi professionisti scelgono di lavorare in proprio, ma come si fa ad aprire una partita IVA così da essere in regola con il fisco ed emettere regolarmente le fatture?Cos’è la partita IVA?La partita IVA viene assegnata dall’Agenzia delle Entrate al contribuente che ne fa richiesta ed è formata da un numero di 11 cifre così suddivise: le prime 7 identificano il contribuente, le successive 3 sono il codice dell’Ufficio delle Entrate di riferimento, mentre l’ultimo numero ha funzione di controllo.
modello 730 precompilato
La dichiarazione dei redditi permette ai cittadini di comunicare al fisco le proprie entrate annuali, ma se è vero che esistono più modelli, quello più comune resta sicuramente il 730.