Amministratore condominiale

30 in Italia

amministratore condominiale
La figura dell'amministratore condominiale è prevista dal Codice Civile e serve a garantire la gestione ordinaria e straordinaria di uno stabile all'interno del quale sono presenti più appartamenti. Tale figura è indispensabile nel caso in cui i proprietari degli alloggi sono più di quattro. L'amministratore viene nominato dall'assemblea di condominio e resta in carica per un anno. Teoricamente questo ruolo può essere ricoperto da chiunque, che si tratti del proprietario, di un inquilino o di una persona esterna al condominio, e non è necessario possedere alcuna abilitazione.

Dal momento che la gestione di un immobile è un'attività complessa, però, è auspicabile che se ne faccia carico qualcuno che possieda una certa competenza in materia di edilizia, impiantistica e contabilità. L'amministratore condominiale ha infatti la responsabilità su tutte le opere di manutenzione degli spazi comuni: ad esempio, in caso di rifacimento delle facciate, spetta a lui trovare l'impresa edile a cui affidare i lavori. Fra i compiti di un amministratore rientrano anche la stesura dei regolamenti condominiali, la convocazione delle assemblee e la rendicontazione delle spese.

L'incarico può essere affidato anche a uno studio professionale specializzato. Su PagineGialle puoi trovare società che si occupano di amministrazione condominiale a Trento, a Bologna o a Cosenza.